Il punto di Nick Eisinger, Emerging Markets Lead Strategist, e Sarang Kulkarni, Portfolio Manager, Investment-Grade Credit.

Per la maggior parte degli investitori l’obbligazionario dovrebbe essere la parte del portafoglio su cui possono fare affidamento, la base solida che offre stabilità, quando le cose vanno bene ma anche quando vanno male. L’essere coerenti è importanteanche nell’obbligazionario a gestione attiva e non solo nele esposizioni obbligazionarie a gestione passiva. Infatti,il raggiungimento di rendimenti coerenti o alfa con i fondi obbligazionari a gestione attiva è fondamentale per consentire agli investitori e ai loro clienti di raggiungere i loro obiettivi di lungo periodo.

Ma come possono i gestori dei fondi obbligazionari a gestione attiva ottenere un alfa sul quale gli investitori possano fare affidamento, investendo in nelle obbligazioni del credito o dei mercati emergenti?

Fonti diversificate di alfa

Dal nostro punto di vista, una sistematica generazione di alfaaggiustato per il rischio  è il fattore cherende buono un fondo obbligazionario a gestione attiva. Dunque, quando esprimiamo una posizione attiva, pensiamo in primo luogo al rischio dell’operazione e alla strategia.

In Vanguard, uno dei principali modi per raggiungere questo obiettivo è adottare una strategia costruita sulla diversificazione delle fonti di alfa. Anziché basarsi su posizioni di rischio concentrate o correlate per generaterendimento, i nostri gestori attivi dei fondi obbligazionari costruiscono i portafogli mediante strategie con information ratio elevati, vale a dire quelle strategie che  offrono i migliori ritorni attivi rispetto al rischio che comportano.

Le opportunità di selezione dei titoli che cerchiamo possono avere origini di vario tipo. Ad esempio, i nostri analisti  del credito globalee traders, scandagliano costantemente tutte le opportunità che vengono prospettate loro, allo scopo di individuare occasioni interessanti sulla base dei fondamentali futuri. Questi spaziano ad esempio dai rating del credito assegnati internamente, alla situazione finanziaria delle società, fino al rischio ESG. Gli analisti possono individuare idee con orizzonti di lungo periodo, così come  quelle guidate da eventi particolari o da valutazioni interessanti.

La nostra esperienza nella selezione dei titoli ci consente di ottenere valore anche dai crediti più in sofferenza. Ad esempio, nel 2020, quando la crisi del coronavirus ha colpito il settore dei viaggi e del tempo libero, il nostro Global Credit Bond Fund ha assunto una posizione in un’obbligazione emessa da una società che opera nel settore dei servizi di trasporto. Mentre all’epoca il mercato non era favorevole a quel tipo di investimento, i nostri gestori ne hanno visto il valore fondamentale; l’anno successivo abbiamo presoprofitto, uscendo dalla posizione dopo che l’obbligazione aveva fatto registrare una decisa sovraperformance rispetto al benchmark. Pazienza, prudenza e un’intelligente assunzione dei rischi sono gli elementi che sottostanno al nostro approccio.

Un’altra fonte di alfa sono le opportunità in termini di valore relativo che derivano da considerazioni come l’analisi della curva del credito, le previsioni aggiustate per il beta di mercato e analisi intervalutarie. Anche la stretta collaborazione tra i nostri analisti del credito e i trader contribuisce alla generazione di alfa. I nostri trader obbligazionari apportano valore in numerosi  modi: attraverso  il relative value, i input tecnici e analisi specifiche delle singole emissioni. Anche se i fondamentali sono essenziali, è altrettanto importante capire quanto vale un’attività finanziaria.

I mercati emergenti sono in costante evoluzione e offrono tutta una serie di opportunità che si sposano benecon la gestione attiva, soprattutto per quanto riguarda la selezione dei titoli basata su considerazioni di valore relativo. Infatti, sono molteplici le opzioni di investimento che nascono da considerazioni legate alla qualità del credito, all’emissione in valute locali rispetto a quelle nelle principali valute, al debito governativo rispetto a quello corporate insieme a molte altre variabili.

Gestione del rischio specifico per le classi di attività finanziarie

Adottare un approccio adatto alle singole sottoclassi di investimenti obbligazionari è fondamentale per sfruttare al meglio le opportunità disponibili e ottenere consistementemente alfa.. Questa strategia può anche contribuire a mitigare i rischi specifici delle diverse classi di attivi.

Ad esempio, nel credito globale, oltre a cercare di ottenere rendimenti consistenti attraverso la selezione dei titoli, ci concentriamo anche su partecipazioni investment-grade di qualità elevata, che dovrebbero fungere da diversificatori rispetto alle azioni in presenza di condizioni di mercato variabili. E tutto ciò è possibile grazie alle indicazioni, basate sui fonamentali bottom-up, elaborate dal  nostro team di gestione obbligazionario globale, insieme con il nostro approccio disciplinato all’assunzione del rischio.

Analogamente, per quanto riguarda le obbligazioni dei mercati emergenti, sfruttiamo anche tutta una serie di specifiche opportunità come parte del nostro processo fondato sul controllo del rischio, e finalizzato ad evitare la possibilità di perdite significative oltre che di cercare di ottenere rendimenti consistenti. Si ritiene erroneamente che le obbligazioni dei mercati emergenti siano investimenti altamente volatili e rischiosi. Tuttavia, i dati relativi ad oltre 20 anni dimostrano come la volatilità in questa classe di attività finanziare sia inferiore rispetto a molti mercati azionari, a parità di livello di rendimenti. E può anche succedere che le obbligazioni dei mercati emergenti producano rendimenti superiori a quelli azionari, ma con il livello di volatilità normalmente associato agli investimenti obbligazionari1.   

Anche le posizioni in realtà in ristrutturazione nei mercati emergenti possono apportare valore e ridurre il rischio di perdita, sia pure su base selettiva e al giusto prezzo. Infatti, gli investimenti in titoli governativi in difficoltà possono dare un contributo significativamente positivo ai portafogli dei mercati emergenti, se gestiti in modo corretto, con un’analisi rigorosa dei fondamentali e un solido approccio agli investimenti incentrato sul controllo del rischio..

Se c’è qualcosa verso cui siamo sbilanciatiè la liquidità. Ricercare l’alfa non significa rinunciare alla liquidità infatti. I nostri fondi si prefiggono di essere agili e coerenti, senza rinunciare al profilo di liquidità tipico dei nostri fondi.

Di conseguenza, i nostri gestori cercano di approfittare delle migliori opportunità di gestione attiva, mantenendo al tempo stesso le caratteristiche di divertsificazione del rischio tipiche delle obbligazioni, apprezzate da molti investitori.

Alfa o “levered beta”?

Alcuni fondi obbligazionari a gestione attiva utilizzano una strategia che viene talvolta indicata come “levered beta”, vale a dire puntano in modo massiccio sull’andamento che prenderanno i mercati azionari, allo scopo di produrre rendimenti. Queste strategie potrebbero andare bene in situazioni di risk-on dei mercati, ma possono non funzionare in condizioni di maggiore volatilità.

Ad esempio, il grafico illustra la proporzione del rischio attivo di Vanguard Global Credit Bond Fund attribuibile al beta del credito rispetto alla media degli altri fondi del peer group2 durante la crisi altamente volatile del coronavirus. Mentre la percentuale del fondo Vanguard è rimasta decisamente al di sotto del 5% durante il periodo, la media di rischio attivo dei fondi della concorrenza illustrata dal beta del credito ha talvolta superato il 20%.

Percentuale di rischio attivo spiegato dal beta del credito (media annua)

Fonte: Morningstar, Bloomberg e Vanguard al 15 gennaio 2021. Peer group definito da Morningstar - EAA OE Global Corporate Bond - USD Hedged.

Un beta obbligazionario affidabile esercita un ruolo fondamentale nei portafogli, gli investitori però dovrebbero definire chiaramente se l’uso del beta costituisca una decisione passiva o attiva. Fondamentalmente, non vi sono ragioni per cui gli investitori debbano pagare commissioni di gestione attiva per un prodotto che ottiene i rendimenti in larga misura da una relazione passiva con il beta.

L’utilizzo del beta nei nostri fondi a gestione attiva è una decisione consapevole, presa solo quando riteniamo che sia utile per la performance. Tuttavia, evitiamo deliberatamente il beta non desiderato e l’effetto leva associato al rischio non necessario.

Quando si tratta di fondi obbligazionari attivi, come in tutti i nostri prodotti, riteniamo che gli investitori debbano sapere in che cosa stanno investendo.

Prodotti che rispettano gli impegni

Tutti i fondi obbligazionari Vanguard a gestione attiva sono trasparenti e strutturati per raggiungere gli obiettivi dichiarati. Ciò significa che, oltre all’obiettivo di ottenere una generazione stabile di alfa durante il ciclo di mercato, tutti hanno un profilo di rischio simile alle asset classes  che rappresentano; questo consente di avere la flessibilità di apportare valore senza rinunciare al carattere specifico del fondo.

Ed essendo pionieri in campo obbligazionario, con oltre 1.700 miliardi di dollari di investimenti obbligazionari a gestione attiva a livello globale e oltre 35 anni di esperienza nella gestione di strategie attive, le nostre dimensioni ci consentono di restare competitivi per quanto riguarda i costi e di avere un’offerta  tra quelle più attraenti del settore. I bassi costi fanno sì che i nostri gestorinon si sentano spinti ad assumere posizioni eccessive o sovradimensionate al di là di una determinata soglia di commissioni, pur di generare performance, concentrandosi invece su idee high-conviction.

Commissioni di Vanguard Global Credit Bond Fund in rapporto al rendimento rispetto al peer group

 

Fonte: Morningstar, Bloomberg Barclays Global Aggregate Credit Index Yield to Worst e Vanguard al 28 maggio 2021

In ultima analisi, ciò contribuisce a produrre una performance duratura nel tempo. Il 92% e l’86% dei fondi obbligazionari a gestione attiva di Vanguard hanno fatto registrare performance superiori alle medie del peer group Lipper, rispettivamente a cinque e dieci anni2.

Coerenza tramite l’alfa aggiustato per il rischio

Riteniamo che i prodotti obbligazionari a gestione attiva debbano costituire una parte strategica dell’asset allocation degli investitori. L’alfa è importante, ma è l’alfa aggiustato per il rischio che è fondamentale ai fini della solidità dei risultati. Ottenendo alfa da un’oculata selezione  di titoli di diversa origine, senza dover assumere un eccessivo rischio direzionale di tipo top-down, gli investitori possono ottenere una generazione consistente di alfa con minori rischi di perdita.

La filosofia dell’obbligazionario a gestione attiva di Vanguard

  • La nostra gamma obbligazionaria a gestione attiva è incentrata su prodotti finalizzati al raggiungimento degli obiettivi prefisssati.
  • I nostri fondi, mediamente, hanno un profilo di rischio in linea con le classi di attività finanziarie che rappresentano.
  • I nostri gestori cercano di ottenere una generazione di alfa stabile nell’intero ciclo di mercato.
  • Le nostre linee guida per gli investimenti ci consentono di avere la flessibilità di apportare valore senza rinunciare al carattere specifico del fondo.
  • Le nostre dimensioni ci consentono di restare competitivi sui costi e di offrire una proposta di valore tra le  più interessanti del settore.

Scritto in collaborazione con Kunal Mehta, Senior Investment Specialist, Fixed Income.

 

1 Fonte: Bloomberg, JP Morgan e Morningstar Direct al 30 giugno 2021. Tra il 1° luglio 2001 e il 30 giugno 2021, le obbligazioni in valuta pregiata dei mercati emergenti (rappresentate dall’indice EMBI Global Diversified di J.P. Morgan) hanno evidenziato una deviazione standard dei rendimenti inferiore e rendimenti superiori rispetto alle azioni globali (rappresentate dall’indice MSCI ACWI). Tutta la performance viene calcolata in USD. La performance passata non è un indicatore affidabile di risultati futuri.

2 Peer group defined by Morningstar - EAA OE Global Corporate Bond - USD Hedged.

Fonte: Lipper, una società Thomson Reuters. Dati al 31 dicembre 2020. Percentuale di fondi Vanguard presenti globalmente nelle singole categorie che hanno fatto registrare un rendimento superiore alla media del rispettivo peer group di fondi comuni. Per il periodo di cinque anni, 44 fondi Vanguard obbligazionari su 48 hanno fatto registrare una sovraperformance rispetto alla media del peer group. Per il periodo di dieci anni, 38 fondi Vanguard obbligazionari su 44 hanno fatto registrare una sovraperformance rispetto alla media del peer group. Risultati diversi per altri periodi temporali. Nel confronto sono stati considerati soltanto fondi lanciati da almeno cinque o dieci anni, rispettivamente. 

Informazioni sul rischio d’investimento

Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono diminuire o aumentare, e gli investitori potrebbero non recuperare l’intero capitale investito.

La performance passata non è un indicatore affidabile di risultati futuri.

Alcuni fondi investono nei mercati emergenti, che possono risultare più volatili rispetto a quelli più consolidati. Di conseguenza, il valore dell’investimento potrebbe aumentare o diminuire.

Gli investimenti in titoli di società di minori dimensioni possono essere più volatili rispetto a quelli delle società blue-chip consolidate.

I riferimenti contenuti nel presente documento a titoli specifici non devono essere interpretati come un consiglio ad acquistarli o venderli, ma hanno uno scopo puramente indicativo.

I fondi che investono in titoli a reddito fisso sono esposti ai rischi di mancato rimborso e di erosione del valore del capitale dell’investimento e alla fluttuazione del livello di reddito. È probabile che i movimenti dei tassi d’interesse influiscano sul valore del capitale dei titoli a reddito fisso. Le obbligazioni corporate possono produrre rendimenti più elevati e per questo comportano un maggior rischio del credito, con conseguente aumento del rischio di mancato rimborso o di erosione del valore del capitale investito. Il livello di reddito può fluttuare e i movimenti dei tassi d’interesse possono influire sul valore del capitale delle obbligazioni.

Vanguard Emerging Markets Bond Fund può utilizzare derivati - anche a fini d’investimento - per ridurre il rischio o il costo e/o produrre maggiore reddito o crescita. Per tutti gli altri fondi, i derivati possono essere utilizzati per ridurre il rischio o il costo e/o produrre maggiore reddito o crescita. L’uso di derivati può aumentare o ridurre l’esposizione agli attivi sottostanti, con conseguenti maggiori fluttuazioni del NAV dei Fondi. I derivati sono contratti finanziari il cui valore è basato su quello di un attivo finanziario (ad esempio un’azione, un’obbligazione o una valuta) o su un indice di mercato.

Vanguard Global Credit Bond Fund può utilizzare derivati - anche a fini d’investimento - per ridurre il rischio o il costo e/o produrre maggiore reddito o crescita. Per tutti gli altri fondi, i derivati possono essere utilizzati per ridurre il rischio o il costo e/o produrre maggiore reddito o crescita. L’uso di derivati può aumentare o ridurre l’esposizione agli attivi sottostanti, con conseguenti maggiori fluttuazioni del NAV dei Fondi. I derivati sono contratti finanziari il cui valore è basato su quello di un attivo finanziario (ad esempio un’azione, un’obbligazione o una valuta) o su un indice di mercato.

Alcuni fondi investono in titoli denominati in diverse valute. L’andamento dei cambi può influire sul rendimento degli investimenti.

Per ulteriori informazioni sui rischi consultare la sezione “Fattori di rischio” del prospetto sul sito https://global.vanguard.com.

Informazioni importanti

Documento a fini pubblicitari.

Riservato agli investitori professionali (secondo la definizione di cui alla Direttiva MiFID II) che operano per loro conto (comprese le società di gestione – fondi di fondi – e i clienti professionali che operano per conto dei loro clienti discrezionali). In Svizzera solo per gli investitori professionali. Da non distribuire al pubblico.

Le informazioni contenute nel presente documento non devono essere considerate offerte di acquisto o di vendita né sollecitazioni di offerte di acquisto o di vendita di titoli in qualsiasi paese in cui tali prassi siano vietate dalla legge, né possono essere rivolte a persone cui non sia lecito fare tali offerte o sollecitazioni né possono essere fatte da persone non qualificate. Le informazioni contenute nel presente documento sono di carattere generale e non devono essere interpretate come consulenza legale, fiscale o d’investimento. Si invitano i potenziali investitori a rivolgersi a consulenti professionali per quanto riguarda le implicazioni degli investimenti azionari, del possesso e della cessione di azioni e/o unità e delle distribuzioni di utili.

Vanguard Investment Series plc è stata autorizzata dalla Central Bank of Ireland come UCITS e registrata per la distribuzione al pubblico in determinati paesi del SEE e nel Regno Unito. Si invitano i potenziali investitori a consultare i prospetti dei Fondi per ulteriori informazioni. Inoltre, i potenziali investitori sono invitati a rivolgersi a consulenti professionali per quanto riguarda le implicazioni degli investimenti azionari, del possesso e della cessione di azioni dei Fondi e delle distribuzioni di utili in relazione a tali azioni secondo le leggi dei paesi nei quali sono soggetti a tassazione.

Il Gestore di Vanguard Investment Series plc è Vanguard Group (Ireland) Limited. Vanguard Asset Management, Limited è un distributore di Vanguard Investment Series plc.

Per ulteriori informazioni sulle politiche d’investimento del fondo consultare le Informazioni chiave per gli investitori ("KIID"). Il KIID del fondo è disponibile nelle varie lingue, insieme al prospetto, presso Vanguard tramite il sito https://global.vanguard.com/.

I fondi o i titoli di cui al presente documento non sono sponsorizzati, approvati o promossi da MSCI, la quale declina ogni responsabilità in relazione agli stessi. Per una descrizione più approfondita del rapporto limitato che MSCI ha con Vanguard e i relativi fondi vedere il prospetto o lo Statement of Additional Information.

Le informazioni provengono da fonti considerate affidabili ma J.P. Morgan non ne garantisce la completezza o l’accuratezza. L’uso dell'Indice di riferimento è autorizzato. L’Indice non può essere copiato, utilizzato o distribuito senza la preventiva approvazione scritta di J.P. Morgan. Copyright 2016, J.P. Morgan Chase & Co. Tutti i diritti riservati.

Solo per investitori olandesi: I fondi cui si fa riferimento in questo documento sono quotati nel registro AFM secondo la definizione di cui alla sezione 1:107 della legge olandese sul controllo finanziario (Wet op het financieel toezicht). Per informazioni sugli indicatori di rischio dei singoli fondi di cui al presente documento vedere i relativi fact sheet disponibili sul sito Vanguard all’indirizzo  https://www.vanguard.nl/portal/instl/nl/en/product.html.

Per investitori istituzionali svizzeri: Il Gestore di Vanguard Investment Series plc è Vanguard Group (Ireland) Limited. Vanguard Investments Switzerland GmbH è una società finanziaria che fornisce servizi di acquisto e vendita ai sensi dell’Art. 3 (c)(1) della LSerFi. Vanguard Investments Switzerland GmbH non effettua alcuna verifica di opportunità o di idoneità. Inoltre, Vanguard Investments Switzerland GmbH non fornisce servizi di consulenza. Vanguard Investment Series plc è stata autorizzata come UCITS dalla Central Bank of Ireland. Si invitano i potenziali investitori a consultare i prospetti dei Fondi per ulteriori informazioni. Inoltre, i potenziali investitori sono invitati a rivolgersi a consulenti professionali per quanto riguarda le implicazioni degli investimenti azionari, del possesso e della cessione di azioni dei Fondi e delle distribuzioni di utili in relazione a tali azioni secondo le leggi dei paesi nei quali sono soggetti a tassazione. Vanguard Investment Series plc è stata approvata per l’offerta in Svizzera da parte dell’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA). Le informazioni fornite nel presente documento non costituiscono un’offerta di Vanguard Investment Series plc in Svizzera ai sensi della LSerFi e e del relativo decreto d’attuazione. Si tratta solo di un annuncio ai sensi della LSerFi e del relativo decreto d’attuazione per Vanguard Investment Series plc. Il Rappresentante e Agente per i pagamenti in Svizzera è BNP Paribas Securities Services, Paris, succursale de Zurich, Selnaustrasse 16, 8002 Zurigo. Copie dell’Atto costitutivo, dei KIID, del Prospetto, della Dichiarazione di trust, dello Statuto, delle Relazioni annuale e semestrale di questi fondi possono essere richieste gratuitamente al Rappresentante svizzero o a Vanguard Investments Switzerland GmbH tramite il nostro sito web https://global.vanguard.com/

Pubblicato nel SEE da Vanguard Group (Ireland) Limited regolamentata in Irlanda dalla Central Bank of Ireland.

Pubblicato in Svizzera da Vanguard Investments Switzerland GmbH.

Pubblicato da Vanguard Asset Management, Limited, autorizzata e regolamentata nel Regno Unito dalla Financial Conduct Authority.

 

© 2021 Vanguard Group (Ireland) Limited. Tutti i diritti riservati. 

© 2021 Vanguard Investments Switzerland GmbH. Tutti i diritti riservati. 

© 2021 Vanguard Asset Management, Limited. Tutti i diritti riservati.