Il punto di Viktor Nossek, Head of Investment & Product Analytics di Vanguard Europe.

Molti investitori europei hanno ottenuto diversificazione investendo in fondi che replicano un universo ampio - come l’indice MSCI Europe - che comprende azioni di società di grandi e medie dimensioni dei mercati europei sviluppati. Si tratta di una strategia che funziona sempre per gli investitori, ma vi sono anche numerosi altri indici che possono consentire un’esposizione più mirata e specifica nel mercato europeo.

Vi sono analogie e differenze nel modo in cui i paesi europei hanno affrontato la pandemia di Covid-19 e si sono ripresi da questo evento globale senza precedenti, e pur evidenziando caratteristiche comuni, vi sono specificità su singoli paesi.

Il successo della campagna di vaccinazione in Regno Unito appare evidente, e questo ha avuto implicazioni certamente positive per l’avvio di un rimbalzo nell’economia. L’attività economica del Regno Unito risente positivamente del settore dei servizi più di quanto non avvenga per molte altre economie europee, pur essendo questo uno dei settori che hanno risentito maggiormente delle chiusure e delle misure di distanziamento sociale.

Grazie alla velocità della campagna vaccinale nel Regno Unito, il settore dei servizi - bersagliato dal virus - ha iniziato a riaprire. Nuove decisioni in tal senso potrebbero ulteriormente favorire i titoli che si basano sugli utili prodotti a livello nazionale. A nostro avviso queste azioni possono essere rappresentate al meglio dall’indice delle società mid-cap, vale a dire il FTSE 250.

Anche se l’indice FTSE 100 viene spesso considerato il barometro dello stato di salute dell’economia del Regno Unito, il benchmark è decisamente sbilanciato verso le multinazionali  (le società FTSE 100 ottengono circa i 3/4 dei ricavi dall'estero)1 e le prospettive e gli elementi trainanti di questi titoli tendono ad essere più strettamente allineati alle tendenze globali. Viceversa, una parte minore degli utili delle società del FTSE 250 deriva dall'estero (meno del 60%)1, per cui il rapporto con l’economia nazionale del Regno Unito è molto più solido.

Una delle misure che ispira maggiormente fiducia è il riemergere del pagamento di dividendi agli azionisti. Molte società avevano sospeso i dividendi lo scorso anno nel tentativo di sostenere i bilanci e potenziare per quanto possibile gli accantonamenti. In gran parte d’Europa i pagamenti di dividendi che erano stati sospesi a fronte delle restrizioni del Covid-19 sono ripresi secondo i consueti andamenti stagionali.

Le società europee pagano normalmente i dividendi nel secondo trimestre dell’anno (circa il 75% dei dividendi annuali viene pagato in quel periodo) e dopo le interruzioni dello scorso anno le prospettive per i dividendi europei si sono stabilizzate. Quando le economie hanno iniziato a riaprire gli investitori sono diventati più fiduciosi nella capacità delle società europee di effettuare le distribuzioni.

Pagamenti dei dividendi da parte delle società europee

La performance passata non è un indicatore affidabile di risultati futuri.

Fonte: Factset. Dati al 30 aprile 2021. Dividendi in dollari USA.

Con il Regno Unito al momento più avanti rispetto agli altri paesi europei e agli Stati Uniti nella campagna vaccinale, le società small-cap sono ben posizionate per poter distanziare quelle large-cap in termini di crescita, data anche la migliore capacità di riprendersi da tagli relativamente più drastici. Ciò dovrebbe portare anche una maggiore crescita dei dividendi.

Ovviamente, il prezzo da pagare per poter sfruttare un’opportunità, nello specifico l’investimento in titoli FTSE 250, riveste un’importanza assoluta. Se si considera il rapporto prezzo-utili (P/E ratio), le società del FTSE 250 sono già tornate ai livelli pre-pandemia ed alcuni investitori potrebbero pensare che il momento migliore per investire in questo segmento del mercato del Regno Unito sia passato. I dati fanno tuttavia pensare che gli utili potrebbero continuare a recuperare. 

Il grafico seguente indica che il peggio è passato dopo il drastico calo degli utili del 2020 e che gli utili (stimati) dovrebbero riprendersi nel 2021 e nel 2022 fino ai livelli pre-Covid-19.

Aspettative per gli utili per azione delle società FTSE 250

La performance passata non è un indicatore affidabile di risultati futuri.

Fonte: Factset. Dati dal 5 giugno 2017 al 1° giugno 2021. Utili per azione in GBP. Le eventuali proiezioni devono essere considerate ipotetiche e non rispecchiano né garantiscono risultati futuri.

La ripresa del rapporto prezzo-utili e il premio con cui viene scambiato rispetto ai titoli ad elevata capitalizzazione nel Regno Unito non si basa solo su sensazioni, ma è giustificato dai fondamentali.

Le stime degli analisti sulla crescita degli utili a lungo termine dei titoli di società mid-cap del Regno Unito, pari al 18,5 % annuo nei prossimi 3-5 anni, sono più o meno allineate a quelle di Nord America e India, i cui benchmark hanno elevata esposizione ai titoli tecnologici. Il dato si raffronta con le stime del 17% per le società large-cap del Regno Unito e con quelle del 15% per le società omologhe del Regno Unito ed europee combinate (FTSE All World Developed Europe)3.

Il premio per i titoli di società mid-cap del Regno Unito è giustificato dalle maggiori aspettative di crescita

Fonte: Factset al 31 maggio 2021. Valuta locale.

L’Europa nel complesso sembra essere sulla buona strada per potersi riprendere dalla pandemia ed ha senso investire ampiamente in azioni europee. Noi di Vanguard riteniamo che una valida strategia d’investimento inizi sempre con una corretta asset allocation. Vi sono studi che dimostrano4 che nel lungo periodo l’asset allocation spiega  la maggior parte del rendimento di portafoglio.

Tuttavia è anche importante capire come le diverse esposizioni possano integrarsi o penalizzarsi le une con le altre in momenti diversi del ciclo economico e di mercato. Un benchmark dei titoli europei esclusi quelli del Regno Unito, che attribuisca valore all’esposizione alle società large-cap, potrebbe essere integrato da un investimento in società mid-cap del Regno Unito in grado di beneficiare della crescita del paese attraverso l’esposizione all’indice FTSE 250.

La posizione di vantaggio del Regno Unito nella campagna vaccinale all’inizio del 2021 ha trainato la ripresa dei titoli del FTSE 250. Adesso il dibattito sta andando avanti e l’interesse si sta spostando verso la considerazione delle valutazioni rispetto ai fondamentali. Riteniamo che ciò possa posizionare strategicamente il ruolo che le società mid-cap del Regno Unito potrebbero svolgere nei portafogli degli investitori anche dopo il Covid-19.

 

1 Fonte: Factset. Dati al 31 maggio 2021. FTSE 100: 77% degli utili prodotti all'estero, 23% domestico. FTSE 250, 58% degli utili prodotti all'estero, 42% domestico.

2 Fonte: Factset. Dati al 30 aprile 2021

3 Fonte: Factset. Dati al 31 maggio 2021. Valuta locale.

4 Vanguard’s framework for constructing globally diversified portfolios, maggio 2021.

Informazioni sui rischi d’investimento

Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono diminuire o aumentare e gli investitori potrebbero recuperare un importo inferiore a quello investito.

I risultati precedenti non possono essere presi come riferimento per i risultati futuri.Eventuali proiezioni devono essere considerate di natura ipotetica e non rispecchiano né garantiscono risultati futuri.

Gli investimenti in titoli di società di minori dimensioni possono essere più volatili rispetto a quelli delle società blue-chipconsolidate.

Le azioni ETF possono essere acquistate o vendute esclusivamente tramite intermediari. Gli investimenti in ETF sono soggetti a una commissione d'intermediazione e ad uno spread tra domanda e offerta, che devono essere valutati attentamente prima dell'investimento.

Il Fondo può utilizzare derivati per ridurre il rischio o il costo e/o per generare ulteriore reddito o crescita. Il ricorso ai derivati potrebbe aumentare o ridurre l’esposizione ad attività sottostanti e determinare fluttuazioni più ampie del valore patrimoniale netto del Fondo. Un derivato è un contratto finanziarioil cui valore.

Alcuni fondi investono in titoli denominati in valute diverse. Il valore di tali investimenti può diminuire o aumentare a seguito delle variazioni dei tassi di cambio.

Per ulteriori informazioni sui rischi consultare la sezione Fattori di rischio del prospetto sul sito https://global.vanguard.com

Informazioni importanti

Questo è un documento pubblicitario. Riservato agli investitori professionali secondo la definizione di cui alla Direttiva MiFID II. In Svizzera solo per gli investitori professionali. Da non distribuire al pubblico.

Le informazioni contenute nel presente documento non devono essere considerate offerte di acquisto o di vendita né sollecitazioni di offerte di acquisto o di vendita di titoli in qualsiasi paese in cui tali prassi siano vietate dalla legge, né possono essere rivolte a persone cui non sia lecito fare tali offerte o sollecitazioni né possono essere fatte da persone non qualificate. Le informazioni contenute nel presente documento sono di carattere generale e non devono essere interpretate come consulenza legale, fiscale o di investimento. Si invitano i potenziali investitori a rivolgersi a consulenti professionali per quanto riguarda le implicazioni degli investimenti in [azioni/quote],del possesso e della cessione delle stesse e del ricevimento delle distribuzioni di utili di eventuali investimenti.

Vanguard Funds plc è stata autorizzata dalla Central Bank of Ireland come UCITS e registrata per la distribuzione al pubblico in determinati paesi dell’AEE e nel Regno Unito. Si invitano i potenziali investitori a consultare i prospetti dei Fondi per ulteriori informazioni. Inoltre, i potenziali investitori sono invitati a rivolgersi a consulenti professionali per quanto riguarda le implicazioni degli investimenti azionari, del possesso e della cessione di azioni dei fondi e delle distribuzioni di utili inrelazione a tali azioni secondo le leggi dei paesi nei quali sono soggetti a tassazione.

Vanguard Investment Series plc è stata approvata per la distribuzione in e/o dalla Svizzera dalla Financial Market Supervisory Authority (FINMA) svizzera. Il Rappresentante e Agente per i pagamenti in Svizzera è BNP Paribas Securities Services, Paris, succursale de Zurich, Selnaustrasse 16, 8002 Zurigo. Copie dell’Atto costitutivo, dei KIID, del Prospetto, della Dichiarazione di trust, dello Statuto, delle Relazioni annuale e semestrale di questi fondi possono essere richieste gratuitamente in lingua locale al Rappresentante svizzero o a Vanguard Investments Switzerland GmbH tramite il nostro sito web https://global.vanguard.com/Il Gestore di Vanguard Funds plc è Vanguard Group (Ireland) Limited. Vanguard Asset Management, Limited è un distributore di Vanguard Funds plc.

Per ulteriori informazioni sulle politiche di investimento del fondo consultare le Informazioni chiave per gli investitori ("KIID"). Il KIID del fondo è disponibile assieme al prospetto sul sito Vanguard all’indirizzo https://global.vanguard.com/.

Il Valore patrimoniale netto indicativo (“iNAV”) degli ETF Vanguard è pubblicato da Bloomberg o Reuters. Per informazioni sulle partecipazioni consultare la Politica sulle partecipazioni in portafoglio su https://global.vanguard.com/portal/site/portal/ucits-documentation.

I fondi cui si fa riferimento in questo documento sono quotati nel registro AFM secondo la definizione di cui alla sezione 1:107della legge olandese sul controllo finanziario (Wet op het financieel toezicht).

Tra le società del London Stock Exchange Group figurano FTSE International Limited ("FTSE"), Frank Russell Company ("Russell"), MTS Next Limited ("MTS") e FTSE TMX Global Debt Capital Markets Inc. ("FTSE TMX"). Tutti i diritti riservati. "FTSE®", "Russell®", "MTS®", "FTSE TMX®" e "FTSE Russell" e altri marchi di servizio e di fabbrica relativi agli indici FTSE o Russell sono marchi di fabbrica delle società del London Stock Exchange Group, concessi in licenza a FTSE, MTS, FTSE TMX e Russell. Tutte le informazioni vengono fornite a scopo puramente indicativo. Le società del London Stock Exchange Group e i loro licenzianti declinano ogni e qualsiasi responsabilità per eventuali errori operdite riconducibili all’uso di questa pubblicazione. Le società del London Stock Exchange Group e i loro eventuali licenzianti non avanzano pretese, rivendicazioni, né rilasciano garanzie o dichiarazioni di sorta, espresse o implicite, per quanto riguarda i risultati ottenibili dall’uso degli indici FTSE o Russell o l’idoneità o l’adeguatezza degli indici per scopi specifici per i quali vengano utilizzati.

I fondi o i titoli di cui al presente documento non sono sponsorizzati, approvati o promossi da MSCI, la quale declina ogni responsabilità in relazione agli stessi. Per una descrizione più approfondita del rapporto limitato che MSCI ha con Vanguard e i relativi fondi vedere il prospetto o lo Statement of Additional Information.

Pubblicato nell’AEE da Vanguard Group (Ireland) Limited regolamentata in Irlanda dalla Central Bank of Ireland.

Pubblicato in Svizzera da Vanguard Investments Switzerland GmbH.

Pubblicato da Vanguard Asset Management, Limited, autorizzata e regolamentata nel Regno Unito dalla Financial Conduct Authority.

© 2021 Vanguard Group (Ireland) Limited. Tutti i diritti riservati.

© 2021 Vanguard Investments Switzerland GmbH. Tutti i diritti riservati.

© 2021 Vanguard Asset Management, Limited. Tutti i diritti riservati